Welcome! Log In Create A New Profile

Advanced

Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)

Posted by ManuelCalavera 
Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 05, 2019 01:41PM
Salve a tutti,
Come da consigli per i nuovi arrivati approfitto di questo messaggio per presentarmi.

Mi chiamo Francesco e ho acquistato e assemblato da poco la mia prima stampante, che come ho indicato nel titolo è una Tevo Tarantula.

In fase di assemblaggio non ho trovato particolari difficolta (anche se ingenuamente pensavo sarebbe stata la parte più complessa).
Una volta finito il tutto e accesa la stampante sono iniziati i guai. Parto da quelli grossi. Vi chiedo scusa se si tratta di qualcosa di banale, ho fatto già diverse ricerche sul sito e altrove, ma è anche difficile riuscire a definire con chiarezza il problema.
Posto alcune immagini con commenti:

Questo è il problema principale, la faccia orientata lungo l'asse y risulta vistosamente più stretta delle altre.
    L'asse y mi ha dato problemi da subito. Il driver che avevo posizionato per il controllo del suo motore si è dimostrato difettoso (il motore da esso controllato non si muoveva).
    Ho acquistato un driver sostitutivo e l'ho regolato, tramite il trimpot, seguendo dei tutorial su youtube
    Inizialmente su questo asse perdevo passi e la stampa slittava nei vari layer. Ho sostituito la cinghia (era piuttosto scadente) ho regolato meglio la stretta dei cuscinetti sul telaio e li ho oliati, ho ridotto la velocità di stampa e ora non perdo più passi.
    Purtroppo la distorsione rimane. La attribuisco ad una taratura errata del rapporto passi/mm, ma la cosa rimane piuttosto strana perché la Y disegnata sulla faccia non è al centro, ma sembra che a risultare ristretta sia la parte solo alla sua sinistra. Inoltre la faccia non è solo ristretta, ma anche inclinata verso destra.
    Provo comunque a fare una calibrazione del parametro passi/mm, con ago e righello, ma sembra non cambiare praticamente nulla. Noto però un fatto ancora più strano... eye popping smiley Se alla stampante chiedo dei movimenti di 1 cm alla volta, ad ogni input ho uno spostamento diverso, una volta 9mm, una volta 11 ecc... Trascorsi 10cm riesco ad avere uno spostamento quasi perfetto, ma lo spostamento lungo il percorso non è lineare.
Oltre al problema citato sopra, come si può vedere in questa immagine, la struttura di riempimento è molto sporca. Questo di solito succede dopo 5-6 layer. Non so se la causa siano sempre gli spostamenti errati sull'asse Y. Ho pensato anche ad una estrusione eccessiva di filamento, ma ai bordi sembra perfetto. Potrebbe essere legato ad una temperatura eccessiva dell'estrusore? Ho impostato 210°
Come conseguenza abbastanza logica gli strati finali non sono per nulla entusiasmanti... sad smiley


Chiedo scusa se il messaggio risulta molto lungo, ho pensato fosse meglio fare una descrizione accurata. L'anima buona che volesse darmi una mano così non si trova a dovermi fare mille domande e a chiedermi se ho fatto o meno determinati test.

Grazie mille a tutti

Francesco
Re: Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 06, 2019 11:17AM
Se l'asse Y è vistosamente sbagliato, devi riconfigurare gli step per mm di quell'asse.

Per la stampa sporca, potrebbe essere un problema di temperatura troppo alta (cioè di filamento che "cola" troppo), oppure un problema di sovraestrusione (step per mm dell'estrusore troppo alti).

Segui le indicazioni per la taratura date qui Guida di calibrazione in Inglese


oppure cercati una guida in italiano (in giro ce ne sono).

Alcune volte i siti dei produttori hanno delle guide per la taratura, in pratica devi modificare i valori degli step per mm e i codici, il più comune firmware "montato" dalle stampanti 3D è il Marlin.

Quali comandi inserire in genere sono abbastanza stabili ma sono comunque possibili alcune piccole variazioni tra un firmware e l'altro e tra una versione e l'altra.

Ovviamente se la taratura non è corretta la qualità ne risente molto, una temperatura sbagliata accoppiata ad un'estrusione errata poi peggiorano molto.

La temperatura di stampa è solo una "indicazione" se hai la possibilità di verificare la temperatura di estrusione (ad esempio con un termometro a termocoppia) non è raro trovare anche differenze di 20°C tra il "numero" mostrato sul display e la temperatura misurata (ad esempio nella mia stampante ma anche in quelle di molti altri è necessario ritoccare qualche parametro per avere un "numero" sul display che assomigli alla temperatura).

Questo è insito nel modo in cui sono costruite le stampanti e i valori inseriti nel firmare, specie per le "tabelle di calibrazione" dei sensori, il "segreto" sta nel fatto che il numero sul display non è una "temperatura" ma un valore numerico che è associato a quella stampante (il sensore, la tabella del firmware, e il firmware stesso lo rendono appunto un "numero" che assomiglia ad una temperatura)

La stampa di una "torre delle temperature" ti può permettere di trovare il giusto "numero" per estrudere il materiale (non la chiamo temperatura perché se l'errore può superare il 10% quello è solo un numero e non una "misura" che deve essere "oggettiva e ripetibile").

Comunque il problema è solo "estetico" e concettuale, anche se la tua stampante indica 300 (non scrivo gradi perché altrimenti diventa una misura) e la "temperatura reale" è 210° C a te non crea problemi, una volta che sai che il materiale X si stampa con 300 e si stampa bene, l'unica accortezza è quella di "non dire" che lo stampi a 300° C perché starai dicendo una inesattezza.

L'importante è che tra una stampa e l'altra quel 300 sia costante e ti permetta di stampare quel materiale usando quel "riferimento di temperatura".

Quando cambierai bobina di materiale ad esempio un altro PLA di un altro colore o di un altro produttore, quel 300 potrebbe essere un buon punto di partenza per trovare il numero corretto per quella bobina (anche tra materiali dello stesso produttore ma di lotti diversi o di colori diversi la temperatura ottimale di stampa cambia).

Detto questo dovresti avere tutte le informazioni (e anche qualche "segreto") per poter tarare e utilizzare la tua stampante 3D.

Se vuoi avere maggiori informazioni, ricordati di mettere in firma o di indicare nel post che firmware monta la tua stampante e la sua versione, e che slicer usi per generare il codice da "dare in pasto" alla stampante, altrimenti chi ti aiuta può solo darti informazioni "generiche".

Saluti

Carlo D.


P3Steel - MKS GEN v1.2 e REPRAP_DISCOUNT_FULL_GRAPHIC_SMART_CONTROLLER + Gen 7 MOSFET (HotBed) + alimentatore step-down 12V -> 5V
Firmware MK4duo 4.3.5 (4.3.6 in testing) con ABL capacitivo - Slic3R (Originale) ed ESP3D per controllare la stampante da remoto.
HotEnd Cinese V6 clone con ugello da 0.4mm.

[My Building Log]
Re: Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 07, 2019 03:28AM
per Y:
Il driver che hai montato è identico a quello vecchio? (modello, resistenze)
che valore di vref hai messo? come l'hai calcolata?

se il firmware è proprietario (fornito con la stampante) e il driver che hai comprato identico, allora i passi dovrebbero essere giusti, ma tutto potrebbe dipendere da una vref sbagliata.


Alessandro

Prusa I3 Rework molto modificata - Taurino Classic - Ramps 1.4 - Driver DVR8825 - Hotend IEC 1,75mm 0.4mm - Firmware MarlinKimbra - Cura engine - Repetier Host
Re: Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 08, 2019 05:32PM
Grazie mille per i vostri consigli. Ancora non sono riuscito a fare prove ulteriori, ma nel frattempo provo a rispondere ad alcune delle domande che mi avete fatto.

Per la calibrazione mi sono basato su un tutorial trovato su youtube. Mi pare che la procedura sia quella indicata anche nel link in inglese, righello su piano di lavoro, ago come sonda montato sul carrello e formula per calcolare la variazione di passi in base allo scarto che si osserva sul piano fra spostamento richiesto e spostamento osservato.
Comunque mi pare difficile poter risolvere il problema con una taratura. E' un tentativo che ho gia fatto e a parte questo mi sembra stranissimo che a parità di condizioni (motori, driver) mi trovi delle differenze così grandi.. Parliamo di un 10% di errore su un asse, e quasi nessun errore sugli altri....

Per quanto riguarda i parametri della mia stampante non avevo indicato niente in firma perché non sono certo al 100% delle sue caratteristiche. Credo che il firmware sia marlin, ma non saprei come verificarlo. Nella guida di montaggio c'è una indicazione su come installare un firmware, e cita come esempio Marlin, ma non specifica se è quello già installato.
Direi che ho un hotend da 0.4. Come software ho usato Repetier Host con slicer Cura.

Per quel che riguarda il driver sostituito ne ho preso uno basato sull'integrato A4982. Ho visto che la mia stampante usa quelli. Immagino che non ci siano driver diversi basati sullo stesso integrato. La vref l'ho trovata su un tutorial di youtube dedicato alla mia stampante. La fonte non è attendibile quanto la casa produttrice, ma mi immagino che in giro non ci siano vandali che si prendono la briga di fare dei video dove danno indicazioni sbagliate... grinning smiley

Comunque come prossimo test penso che proverò a scambiare due driver su di loro e vedere se l'errore mi si sposta dall'asse x all'asse y.

Grazie mille ancora!!
Francesco
Re: Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 09, 2019 04:41AM
scambiare due driver è una buona idea. Per sapere a che vref impostare il nuvo driver basta che leggi quella impostata nei driver vecchi.
Non vorrei dire una castroneria, ma potrebbero esserci driver a4988 con resistenze diverse, forse vale anche per i a4982.

Se il firmware puoi aprirlo e modificarlo, allora dovresti trovare anche il nome del firmware all'interno. In cima ad ogni pagina di Marlin è scritto:
Marlin 3D Printer Firmware
* Copyright (C) 2016 MarlinFirmware

forse da qualche parte è indicata anche la versione.


Alessandro

Prusa I3 Rework molto modificata - Taurino Classic - Ramps 1.4 - Driver DVR8825 - Hotend IEC 1,75mm 0.4mm - Firmware MarlinKimbra - Cura engine - Repetier Host
Re: Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 09, 2019 05:17PM
Eccomi con qualche novità.
Ho provato a scambiare i driver di asse x e asse y. Il cubo presenta lo stesso identico errore, perciò a questo punto direi che possiamo escludere che siano loro i responsabili.

Penso che ad essere chiamati in causa a questo punto possano essere firmware o slicer. Non so se ci sono altri responsabili possibili.

Ho anche provato a ridurre temperatura dell'estrusore e la velocità di estrusione. Sembra che in effetti il tutto venga più pulito, ma il riempimento continua ad essere sbagliato.
Però osservando attentamente mi sembra che il problema stia nel percorso che esegue l'estrusore, ovvero in alcuni layer posiziona il filamento su alcune linee, in altri non lo va a sovrapporre, ma lo posiziona in altri punti. Di conseguenza ciclicamente compaiono parti di filamento non sostenuto, che inevitabilmente collassa e non può sostenere eventuali altri strati superiori.

Insomma, la mia impressione è che la causa di entrambi i problemi (asse y e riempimento) dipenda da un percorso errato che viene chiesto alla stampante. Ora mi serve capire se è il g-code o se è la scheda di controllo della stampante a comportarsi in maniera anomala.

Qualche idea su come fare diagnosi differenziale?

Grazie ancora Alessandro e Carlo!
Re: Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 10, 2019 03:27AM
io credo tu abbia problemi diversi. un conto è la qualità della stampa, un altro l'asse y che perde passi (o qualcosa di simile). In questo caso può essere un problema di elettronica, di meccanica, firmware o software. Se fosse lo slicer impostato male dovresti vedere lo stesso errore di Y anche a video (per esempio in repetierhost)

di prove ne puoi fare parecchie:

puoi provare a girare il pezzo per vedere se il problema rimane sullo stesso asse (potrebbe essere un problema di mesh)
cambiare oggetto di stampa (idem come sopra)
stamparne più di uno alla volta (per evidenziare problemi di raffreddamento, perdita di passi)
stamparlo di dimensioni maggiori (sopratutto x e y)
provare a stampare da repetier host se di solito usi la SD (o il contrario)
scambiare completamente due assi (invertendoli da firmware e fisicamente)
se hai una piazzola vuota, puoi spostare y (ad esempio sul secondo estrusore)
ricontrollare tutta la meccanica (cinghie, viti, cuscinetti, scorrimenti vari)
controllare tutta l'elettronica (continuità dei fili, saldature, driver)
aggiungere una ventola sull'elettronica per raffreddare i driver
...


Alessandro

Prusa I3 Rework molto modificata - Taurino Classic - Ramps 1.4 - Driver DVR8825 - Hotend IEC 1,75mm 0.4mm - Firmware MarlinKimbra - Cura engine - Repetier Host
Re: Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 12, 2019 05:10AM
Il primo test da fare comunque è "misurare" l'asse Y per vedere se ad esempio comandando un movimento di 10cm viene effettivamente eseguito, se non viene eseguito il movimento, io staccherei la cinghia e proverei a movere l'asse "a mano" per trovare eventuali punti duri.

Se hai la trazione dell'asse Y a cinghia, potrebbero esserci interferenze tra la cinghia e la struttura della stampante, a volte un errato asssemblaggio del trascinatore fa lavorare la cinghia male, una cosa da curare è la distanza del trascinatore dal piano in modo che la cinghia lavori il più possibile parallela e non faccia una specie di triangolo, a volte sono necessari alcuni spessori tra il piano Y e il tracinatore.

Se tutto è a posto io verificherei allora gli step per mm e li ritoccherei per ottenere la misura in Y corretta.

Senza queste prove e verifiche preliminari, ti perdi in un mare di ipotesi magari per uno spessore da aggiungere.

Se fosse un problema di asse Y magari cambiando la posizione sul piano di stampa del pezzo potresti avere risultati differenti relativi alla quantità di deformazione.

Saluti

Carlo D.


P3Steel - MKS GEN v1.2 e REPRAP_DISCOUNT_FULL_GRAPHIC_SMART_CONTROLLER + Gen 7 MOSFET (HotBed) + alimentatore step-down 12V -> 5V
Firmware MK4duo 4.3.5 (4.3.6 in testing) con ABL capacitivo - Slic3R (Originale) ed ESP3D per controllare la stampante da remoto.
HotEnd Cinese V6 clone con ugello da 0.4mm.

[My Building Log]
Re: Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 13, 2019 10:38AM
Grazie Carlo e Alessandro.

Per chiarezza, la prova di taratura step/mm l'ho già fatta. Ho segnato la procedura nel mio primo post.

Ho fatto una prova ulteriore che credo sia piuttosto significativa. Ho scollegato gli stepper dell'asse Y e dell'asse X e ho invertito i cavi di controllo. La mia impressione era che in qualche modo la scheda mandasse informazioni sbagliate al motore dell'asse Y. Per questo motivo ero pronto a vedere un cubo ruotato di 90° e con l'errore questa volta sull'asse Y.
Con stupore ho constatato che invece l'errore è rimasto sempre sull'asse Y. A questo punto direi che devo dare per certo il fatto che il problema avvenga a valle della scheda di controllo. A essere coinvolti possono essere solo o il motore o la meccanica dell'asse Y.
Dal punto di vista meccanico non mi sembra di rilevare ostacoli al movimento e la cinghia mi sembra a posto. Fra l'altro se il problema fosse meccanico direi che avrei stampe anomale solo in alcune posizioni, invece in qualunque punto del piano io vada a stampare trovo sempre lo stesso errore.
A questo punto credo che si possa incolpare lo stepper dell'asse Y. Credo che una prova ancora più evidente potrei averla scambiando lo stepper dell'asse X con quello dell'asse Y. E' una procedura più impegnativa, ma prima di prendere un motore nuovo credo che lo farò…
Come alternativa all'acquisto di un altro stepper ho pensato che potrei scambiare quello malfunzionante con quello che controlla l'estrusione. Mi verrebbe da pensare che necessiti di minor precisione, però non so se poi rischio di trovarmi con altri difetti di stampa.

Come sempre grazie mille per l'attenzione che state dando alla mia richiesta di aiuto.

Francesco
Re: Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 16, 2019 06:53PM
Potrebbe essere un problema di regolazione della Vref o al limite anche di accelerazione troppo alta, .

Però dalle foto mi pare strano che perda passi in modo così regolare.

L'asse X è perpendicolare al piano Y cioè con una squadra appoggiata sul piano, e prendendo come riferimento lo stesso punto, muovendo l'asse Z in su e in giù la perpendicolarità è assicurata? (nel primo post parlavi di un lato inclinato)

Il percorso della cinghia è parallelo?

Come ho scritto nell'ultimo post, per Y intendo il movimento avanti-indietro. In genere la cinghia è tesa tra due pulegge, una del motore e una folle (in genere quella folle è messa davanti verso di te.) la cinghia è fissata al carrello con un blocco, se questo blocco non mantiene la cinghia con i lati paralleli ovviamente ad un avanzamento della cinghia di 10mm non corrisponde un avanzamento del carrello di 10mm ma alla "ipotenusa" del triangolo che compie la cinghia tra la puleggia del motore e il carello. Al limite crea uno spessore con qualcosa in modo che i due lati della cinghia quello inferiore e quello superiore (attaccato al carrello) rimangano paralleli tra di loro.

Saluti

Carlo D.


P3Steel - MKS GEN v1.2 e REPRAP_DISCOUNT_FULL_GRAPHIC_SMART_CONTROLLER + Gen 7 MOSFET (HotBed) + alimentatore step-down 12V -> 5V
Firmware MK4duo 4.3.5 (4.3.6 in testing) con ABL capacitivo - Slic3R (Originale) ed ESP3D per controllare la stampante da remoto.
HotEnd Cinese V6 clone con ugello da 0.4mm.

[My Building Log]
Re: Non riesco a calibrare la mia prima stampante (Tevo Tarantula)
January 22, 2019 06:08AM
Lo scorso week-end sono riuscito a fare l'ultima verifica (sostituire il motore dell'asse y con quello dell'estrusore). Il problema ora è risolto!
In effetti ho comportamenti anomali sull'estrusore in fase di creazione dei primi layer, motivo per cui comunque dovrò sostituirlo (a meno che qualcuno non sappia suggerirmi qualche procedura per provare a ripararlo).
Grazie Carlo anche per la spiegazione sulle cinghie, nell'ultimo messaggio mi è risultata molto chiara (ho verificato e direi che lavorano bene)
Ho anche controllato la perpendicolarità fra il piano e il telaio verticale e in effetti era un po' inclinato (probabilmente l'avevo anche assemblato correttamente, ma la giunzione non è particolarmente rigida e devo aver inclinato il tutto in una qualche fase successiva). Questo spiega perché fra gli altri errori c'era anche una leggera inclinazione del cubo.

Grazie mille per l'aiuto!

Francesco
Sorry, only registered users may post in this forum.

Click here to login