SharebotPro

From RepRap
Revision as of 10:27, 5 June 2013 by Radandre (talk | contribs)
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)
Jump to: navigation, search
Crystal Clear action run.png
ShareBot Pro

Release status: working

Xxx.bmp
Description
ShareBot Pro
License
Author
Contributors
Based-on
[[]]
Categories
RepStrap
CAD Models
External Link


ShareBot PRO

Foto 4.JPG


Benvenuto! se sei qui significa che hai appena ricevuto la tua nuova >> ShareBot Pro !

Apri la confezione, all'interno dell'imballo troverai:

-1 ShareBot Pro assemblata; -1 rotolo di nastro 3M 2090 / bomboletta di lacca -1 bobina di materiale (ABS / PLA) -1 cavo di alimentazione -1 scheda micro SD

Estrai la stampante dalla confezione, rimuovi con cura il materiale di imballaggio, sei già all'80% del percorso che ti porterà alla tua prima stampa ;)

Verifica che tutte le viti siano ben serrate e che non si sia smontato niente durante il trasporto.

Verifica manualmente muovendo la testa di stampa in avanti ed indietro e da destra a sinistra che tutto scorra bene.

Verifica che il ponte sia in squadra, puoi misurare la distanza tra una guida X e la paratia frontale, sia a destra della guida che a sinistra dovrà essere la stessa.

Se così non fosse puoi agire smollando con una chiave a brugola 1,5 i 4 grani delle 2 puleggie del lato destro che muovono la cinghia di Y (come in foto), regolare la squadra e stringere i grani.

IMG 1541.JPG

Verifica che sul lato destro della stampante in basso il selettore dell'alimentatore sia su 220V, e collega il cavo di alimentazione della stampante.

IMG 15745.JPG

Aziona l'interruttore di accensione, esplora il menù, vai su "UTILITIES" ed entra nella funzione "LEVEL BUILD PLATFORM", segui le istruzioni del pannello per verificare che il piano Z e gli ugelli abbiano la stessa distanza sui 4 punti del piano, è importante che la distanza sia quella di circa un foglio di cartoncino (personalmente utilizzo un bigliettino da visita), se necessario puoi correggere la planarità agendo sulle 4 viti/molle che sorreggono il piano, svitandole o avvitandole dal fondo dell'asse Z.

IMG 1575.JPG

Con il piano riscaldato questa operazione potrebbe risultare più complicata in quanto le resistenze riscaldanti su PCB possono non essere perfettamente planari, e tendere ad imbarcarsi una volta rscaldati. Per questa ragione è consigliable utlizzare la "RAFT" (funzione di stampa di Skeinforge), in alternativa si può applicare un piano in vetro o alluminio sopra la piastra riscaldata.

UPDATE 01/04/2013: tutte le stampanti sono dotate di pianetto in vetro 200x240 mm h 3mm e due clip per il fissaggio. La comodità del piano in vetro oltre alla planarità è la possibilità di montarlo e smontarlo dalla stampante molto rapidamente.

IMG 1576.JPG

A questo punto la stampante è pronta per la prima stampa!

Ma bisogna prima creare il file...

Quindi possiamo passare all'installazione e settaggio del software:

Scarica ed installa ReplicatorG (programma di interfaccia pc / stampante) per il tuo sistema operativo dal sito www.replicatat.org ,la versione che posso consigliare compatibile con l'attuale firmware è la 00-37.

Installa ReplicatorG seguendo le istruzioni dettate dall'eseguible,


ULTIMO AGGIORNAMENTO PROFILI DI STAMPA "29/04/2013": Nuovi profili di stampa, al seguente link:

https://dl.dropboxusercontent.com/u/51473469/NUOVI%20PROFILI%20DEFINITIVI.rar


potete scaricare una cartella compressa contenente i settaggi per ReplicatorG della ShareBot Pro con e senza piano riscaldato ed i profili di stampa per i vari maetriali, da installare come segue:

Apri la cartella e scompattala sul desktop, copia e sovrascrivi la cartella "machines" contenente sharebotpro.xml e la cartella sharebotpro ( oppure ShareBotCoolPlate.xml e la cartella SharebotCoolPlate se non montate il piano riscaldato) nella cartella:

replicatorg/replicatorg-0037/machines

Poi copia i profili di stampa per i vari materiali (Sharebot pro ABS/PLA/NYLON) in:

replicatorg/replicatorg-0037/skein_engines/skeinforge-50/skeinforge_application/prefs

Nella cartella compressa sono contenuti anche dei file di testo con indicazioni sui parametri da inserire nel "print-o-matic" quando si clicca genera g-code in ReplcatorG: PLA OBJECT INFILL 40 LAYER HIGHT 0.2 NUMBER OF SHELLS 2 FEEDRATE 70 TRAVEL FEEDRATE 100 PRINT TEMPERATURE 220

FILAMENT DIAMETER 1.82 NOZZLE 0.4

ABS OBJECT INFILL 30 LAYER HIGHT 0.3 NUMBER OF SHELLS 1 FEEDRATE 70 TRAVEL FEEDRATE 100 PRINT TEMPERATURE 230

FILAMENT DIAMETER 1.82 NOZZLE 0.4

NYLON OBJECT INFILL 60 LAYER HIGHT 0.2 NUMBER OF SHELLS 3 FEEDRATE 70 TRAVEL FEEDRATE 100 PRINT TEMPERATURE 215

FILAMENT DIAMETER 1.82 NOZZLE 0.4

NB: a breve rilasceremo anche i profili definitivi per PVA / WOOD / PET / PMMA / FLEX PLA ;

Ora puoi lanciare ReplicatorG, configura la com e come tipologia di stampante seleziona: ShareBot Pro (oppure ShareBot pro cool plate). All'interno del menù a tendina G-Code e seleziona in gcode generator Skeinforge50. Quando genererai il primo gcode assicurati di selezionare il profilo Sharebot Pro con il materiale che andrai ad utilizzare.

In alternativa puoi utilizzare slic3r per la generazione del g-code, scaricabile da www.slic3r.org, il config.ini contenente il profilo per la ShareBot Pro è scaricabile al seguente link:

https://dl.dropbox.com/u/51473469/config.ini

Specifiche Tecniche

Sharebot Pro.jpg

Specifiche tecniche • Area di stampa: 200 x 200 x 200 millimetri o 7.87 x 7.87 x 7.87 inches • Diametro dell'ugello: 0,4mm • ShareBot Pro scheda madre: Nella versione attuale ShareBot pro è fornita di scheda clone Makerbot Mightyboard Rev.E http://www.thingiverse.com/thing:16058 • Driver stepper con Vref automatico http://www.thingiverse.com/thing:16059 • 5 stepper Nema 17 marca moons industries X,Y,E0,E1 cod.17hd4063-04N Z (con barra trapezia integrata nello stepper) cod.17hd4001-28N • 3 microswitch (fine corsa) • Piano di stampa in bachelite 250x250mm, l'area utile di stampa è 200x200.

Come piano riscaldato viene utilizzato il seguente, http://reprap.org/wiki/PCB_Heatbed alimentato da un alimentatore indipendente e controllato tramite un relè finder elettromeccanico 8A 12VCC
R0351566-01.jpg

Per la lettura della temperatura qui ho optato per un classico termistore 100K con una resistenza da 4,7Ohm. • Alimentatore switching 24V 4A per la logica, potenza motori ed estrusori, • Alimentatore da banco 12V 7A per il piano riscaldato, • Doppio estrusore derivato da: http://www.thingiverse.com/thing:11734 I disegni dell'estrusore sono scaricabili in fondo alla pagina, la parte di supporto motore dove viene premuto il filamento sulla ruota dentata che lo spinge nell'estrusore, è realizzato in bachelite tramite fresatura a cnc; Per il riscaldamento viene montata un Heather Cartridge 24V, per la lettura della temperatura una termocoppia K. • filamento da 1,75 mm • Controllo tramite ReplicatorG + slic3r/skeinforge (consigliato, software open-source) • Compatibilità: Linux, Windows e OSX • tipo di file di input: STL, gcode • Manicotti di scorrimento a ricircolo di sfere LM8UU • Guide di scorrimento in acciaio rettificato diametro 8 mm • Struttura in compensato tagliato a laser • Spalle piano Z in PVC fresato a CNC • Carrello X e giunti assi X/Y realizzati in resina (a breve qualche foto, dettaglio e suggerimento per la realizzazione home-made ;)

Toytoy.jpg

l'*.stl dell'assemblato della stampante da cui sono ricavabili i piani di taglio ed i file è scaricabile al seguente link:

https://dl.dropboxusercontent.com/u/51473469/sharebot%20Pro%20assemblata.rar

Di seguito lo schema elettrico raffigurante il cablaggio della stampante:

Schema ShareBot Pro v1.jpg

Stampa con doppio estrusore

La stampa con il doppio estrusore ci consente di stampare sia con due colori del medesimo materiale che con due materiali differenti per dare all'oggetto differenti caratteristiche. Per eseguire una stampa a due colori bisogna a livello di CAD 3D separare i solidi che andranno realizzati con un estrusore ed esportarli in *.STL e quelli che andranno realizzati con un secondo colore e creare un secondo *.STL. A questo punto dal pannello di ReplicatorG aprite il menù a tendina in alto G-Code e selezionate "Merge *.stl for dualstrusion" a questo punto assegnate un file all'ugello dx ed uno all'ugello sx e si invia il comando di merge. E' possibile dare differenti valori settaggi sui due ugelli se utilizzerete differenti materiali.

Tips and Tricks

UPDATE:04/03/2013 le ShareBot Pro con piano riscaldato antecedenti a Marzo 2013 nel passaggio dal firmware 5.2 al 6.2, danno un comportamento irregolare del relè del piano riscaldato al punto di isteresi. Questo comportamento è correggibile con l'aggiunta di un condensatore elettrolitico 100uF 25V in parallelo al termistore 100K che legge la temperatura del piano. Nella pratica tra il filo rosso ed il blu del cavo che connette il termistore del piano rscaldato.

I porta bibina utilizzabili da appendere al retro della stampante sono tutti quelli compatibili con la replcator 1 trovabili su thingiverse. Il nostro preferito è questo: http://www.thingiverse.com/thing:30261

STAMPA DEL PLA Per la stampa del PLA si può lavorare sia con il nastro 3M che con la lacca su vetro, il piano riscaldato se presente può essere lasciato spento su pccoli oggetti o 50/60°C per oggetti di grandi dimensioni.

Link ad una interessante pagina di consigli per la stampa del PLA con estrusori MK7/MK8 e compatibili: http://www.protoparadigm.com/blog/2012/04/thing-o-matic-mk7-pla-set-up-and-troubleshooting-mk8//

deviatore aria per raffreddare il --PLA-- in stampa http://www.thingiverse.com/thing:33254

STAMPA DEL ABS L'ABS va stampato intorno ai 230°C e piano a 70/90°C, che da ottimi risultati è l'utilizzo della lacca spruzzata sul vetro come piatto di stampa, si spruzza il vetro precedentemente smontato dalla stampante, ATTENZIONE la lacca se spruzzata dentro la stampante tende a grippare le guide!! Il piano in vetro laccato una volta asciugato resta una superficie pulita da maneggiare e dall'ottima adesione per la stampa, se l'oggetto è piccolo si riesce a staccare anche senza problemi, se ha una grande superficie di appoggio e non riusciamo a staccarlo manualmente dal piano in vetro basterà metterlo sotto l'achua e la lacca sciogliendosi rilascierà il pezzo. Un grosso problema dell'ABS èla deformazione durante la stampa, per contrastare ciò si può adottare un semplice metodo, mettendo un poco di nastro adesivo sotto le ventole di raffreddamento degli estrusori, come in foto:

IMG 1502.JPG

Oppure stamparsi un deviatore di aria come nel link sotto http://www.thingiverse.com/thing:67441

Informazioni interessanti su come stampare o progettare al meglio per ridurre al minimo le problematiche dell'ABS sono disponibili al seguenti link: http://palmiga.com/design-2/design/warpage-curl-free-3d-printing/ http://www.makerbot.com/blog/2011/06/23/12-ways-to-fight-warping-and-curling/

STAMPA DEL NYLON http://www.taulman3d.com/618-specifications.html

STAMPA DEL PVA Il PVA grazie alle sue qualità idrosolubili e di buona stampabilità si dimostra un ottimo materiale da poter utilizzare con la doppia estrusone come supporto da lavarsi successivamente. Più informazioni verranno postate a breve......

STAMPA DEL LAYWOOD .....;)

IMG 1553.JPG